Perché l'acne compare dopo il peeling?

Peeling - manipolazione cosmetica finalizzata alla rimozione dello strato superiore dell'epidermide, rimozione delle vecchie cellule cutanee squamose del viso, eccesso di grasso e componenti tossici. Come risultato della procedura, la superficie della pelle diventa liscia e fresca, acquisisce una sana tonalità naturale, le rughe si attenuano, il tono viene uniformato.

Indicazioni e controindicazioni per il peeling

Il vantaggio delle bucce è che esse:

  • rafforzare le membrane cellulari le cui pareti diventano più elastiche a seguito di esposizione;
  • prevenire i segni dell'invecchiamento;
  • promuovere la levigatura delle rughe;
  • creare caratteristiche facciali espressive;
  • eliminare gonfiori e macchie senili;
  • migliorare la carnagione;
  • sbarazzarsi di rosacea (fragilità patologica dei vasi sanguigni);
  • curare l'acne;
  • accelerare la guarigione e la risoluzione di cicatrici e cicatrici.

Assegna la procedura quando:

  • acne (acne);
  • le rughe;
  • pori dilatati.

È vietato fare bucce, se disponibili:

  • ferite della pelle, ulcere, infiammazioni;
  • herpes in fase attiva;
  • idiosincrasia delle sostanze che costituiscono i detergenti;
  • sensibilità della pelle;
  • neoplasie oncologiche;
  • disturbi mentali;
  • patologie del cuore e dei vasi sanguigni;
  • insufficienza epatica e renale.

Non è possibile nominare la manipolazione delle donne in gravidanza e in allattamento al seno.

La procedura deve essere eseguita con attenzione, la tecnica deve essere rigorosamente seguita, altrimenti la situazione diventerà più complicata: possono verificarsi acne, macchie di pigmento, arrossamenti, microcracks e ferite sulla pelle.

Tipi di peeling

In base al grado di purificazione dell'epidermide, produrre peeling:

  • Superficiale: rimuove lo strato superiore costituito da cellule morte della pelle, leviga le piccole rughe, rimuove l'acne post-acne.
  • Medio o Mediano. Viene effettuato con l'aiuto di dispositivi speciali. Aiuterà a distendere le rughe, rimuovere l'acne, cicatrici.
  • Profondo. È un processo doloroso: la rimozione di diversi strati per superare i segni dell'invecchiamento, rimuovere le imperfezioni della pelle, eliminare l'acne e le lentiggini.

A giudicare dai metodi di conduzione, ci sono peeling:

  • Fibra di frutta
  • Particelle abrasive (peeling meccanico).
  • Sostanze chimiche: la fornitura di esposizione acida. Le particelle attive di sostanze retinoiche o glicoliche sciolgono le cellule morte della pelle, favoriscono la produzione di acido ialuronico, collagene ed elastina.
  • Enzimatica. Interessa superficialmente, basato sull'azione degli enzimi vegetali. Migliora la circolazione sanguigna, ringiovanisce e rigenera le cellule dell'epidermide.
  • Hardware (fisico).
  • Jessner.

Tra le varietà di quest'ultimo sono noti:

  • Criopellaggio: esposizione alla pelle con azoto liquido;
  • laser (irradiazione laser);
  • resurfacing;
  • microdermoabrasione: pulizia con graniglia di alluminio o diamante;
  • dermoabrasione - levigare le rughe con l'aiuto di spazzole mobili.

Prima di iniziare il peeling, devi prepararti adeguatamente. Per questo:

  • pulire a fondo il viso, utilizzando cosmetici appositamente progettati;
  • fare una maschera nutriente;
  • sbarazzarsi delle manifestazioni dell'herpes, se ce ne sono.

Possibile reazione al peeling

A causa del fatto che la pelle ha un diverso grado di sensibilità e reagisce in modo diverso agli stimoli esterni, la procedura può portare a conseguenze indesiderabili che sono il risultato di un'infiammazione dell'epidermide.

  • atteso (naturale) - scompare dopo un breve periodo di tempo;
  • inatteso - sono reazioni individuali a influenze esterne, la loro presenza è difficile da prevedere.

peeling

Manifestato sotto forma di:

  • Perdita di una piccola quantità di piccole scaglie di pelle. Appare in diversi giorni dopo la pulizia, scompare rapidamente a influire su un'area problematica con creme idratanti.
  • Segregazione della pelle. Il processo continua per 2-3 settimane.

rossore

Tale reazione si verifica spesso dopo l'applicazione dello scrub ed è normale. Il cambiamento di colore dell'epidermide si verifica durante:

  • diverse ore dopo il trattamento con enzimi vegetali;
  • settimane - con un grado mediano di purificazione;
  • mesi se sono interessati gli strati più profondi della pelle.

Se appare rossore, non toccare il viso con le mani in modo da non infettare l'infezione. Si consiglia di applicare maschere lenitive e idratanti.

Reazioni edematose

Si verificano quando esposti a zone sensibili: labbra, palpebre. Passa il gonfiore durante il giorno. Se la condizione della pelle durante questo periodo non è migliorata e la reazione non è scomparsa, questo potrebbe indicare un'allergia. In tal caso, è necessario cercare l'aiuto di un medico.

iperpigmentazione

Si forma come risultato di una maggiore produzione di melanina da parte delle cellule, che viene attivata come risultato del trattamento superficiale con acido tricloroacetico o irradiazione laser. La patologia è espressa in punti scuri localizzati su diverse aree della pelle.

scarificazione

Si verifica a causa di lesioni all'epidermide durante il peeling profondo.

acne

Sono dotti ostruiti delle ghiandole sebacee che, non avendo accesso all'esterno, iniziano ad infiammarsi, al loro posto si formano noduli sottocutanei e suppurazione.

Cause di acne e loro prevenzione

L'acne si verifica dopo la desquamazione a causa della presenza di malattie della pelle o come conseguenza degli effetti collaterali dei detergenti, a causa della loro selezione o uso improprio.

Ragioni cosmetiche

Ci sono diversi motivi per cui, dopo il peeling, è comparsa l'acne. Rash può verificarsi a causa di errori che sono stati fatti durante la preparazione o la conduzione della manipolazione, o a causa di mezzi impropri per la sua attuazione.

Cura impropria

Uno dei motivi frequenti per cui l'acne sulla pelle appare dopo la desquamazione. Consiste nel mancato rispetto delle misure per la cura della pelle post peeling. A causa di una scorretta esposizione può causare infiammazione, piaghe. Al fine di prevenire l'acne non è possibile:

  • tocca il tuo viso con le tue mani;
  • cogliere le croste essiccate;
  • applica cosmetici decorativi.

Eruzioni cutanee sotto forma di brufoli compaiono a causa di un'insufficiente pulizia della pelle dopo l'uso di creme e maschere idratanti.

Procedura di selezione non valida

include:

  • Scelta errata del grado di intensità del peeling. A seconda dell'età del paziente, è necessario selezionare una particolare profondità di pulizia: per la pelle giovane è sufficiente solo una pulizia superficiale, e per età matura e anziana richiede un effetto sugli strati profondi dell'epidermide - in questo caso viene mostrato un peeling profondo o medio.
  • Preparazione impropria della procedura: per il tipo di pelle grassa si consiglia di eseguire una pulizia ad ultrasuoni preliminare. Quando viene prescritta un'infezione da herpes, viene prescritto il farmaco Acyclovir.

Cause dermatologiche

L'acne può verificarsi a causa di malattie della pelle:

  • lesioni cutanee con acaro demodex;
  • stato di stress dell'epidermide: in vista dell'esposizione a composti chimici, viene attivata la produzione di grasso sottocutaneo, sulla superficie del tegumento compaiono formazioni purulente;
  • un eccesso o carenza di ormoni nel corpo a causa di farmaci ormonali, della tiroide e delle malattie surrenali.

Cause interne di acne

I fattori che innescano l'eruzione cutanea sono:

  • calore (visita al bagno e alla sauna);
  • attività fisiche svolte nei primi due giorni dopo la pulizia.

Regole di cura della pelle dopo il peeling

Cosa fare in modo che l'acne non appaia dopo il peeling?

Al fine di prevenire l'eruzione cutanea, immediatamente dopo la procedura è necessario seguire alcune regole. Per questo:

  • La pelle è intensamente idratata.

L'uso di determinati mezzi deve essere strettamente coordinato con l'estetista.

  • Il lavaggio viene effettuato utilizzando acqua bollita che non contiene cloro. Il lavaggio è consentito solo dopo mezza giornata dopo la pulizia.
  • La pelle pulita non viene cancellata, ma deve essere leggermente asciugata con un panno morbido.
  • Per i primi due giorni, la pelle è macchiata di gel o schiuma, quindi è possibile applicare sostanze che sono destinate alla cura della pelle nel periodo post-peeling (è possibile utilizzare prodotti per la cura sotto forma di spray).
  • Non usare cosmetici decorativi, stare alla luce diretta del sole, nuotare in piscina e vaporizzare nella vasca da bagno.

Ristabilire il peeling è consentito non prima di 10-20 giorni dopo la prima sessione.

Liberarsi dell'acne dopo averlo sbucciato

Per fare in modo che l'acne dopo il peeling scompaia in breve tempo, i cosmetologi consigliano:

  • non spingere le ferite;
  • trattare la pelle con l'agente antisettico "Miramistin";
  • mettere Zenerite sulle zone interessate, così come unguenti, gel e creme, che includono il metronidazolo;
  • utilizzare farmaci antiallergici;
  • lubrificare la pelle con composti a base di zinco ("unguento di zinco", ecc.);
  • Se identificate un segno di spunta sottocutaneo, dovreste assumere farmaci antiparassitari.

Se, dopo il peeling, si è sviluppata una reazione allergica, si è formata dell'acne sul viso, quindi è necessario consultare immediatamente uno specialista che ha eseguito la manipolazione. Spiegherà in dettaglio perché l'acne appare dopo la desquamazione, fornirà raccomandazioni su come eliminare la reazione avversa, sviluppare tattiche per ulteriori trattamenti.

Misure preventive

Al fine di prevenire il verificarsi di reazioni avverse, i cosmetologi consigliano:

  • utilizzare gli unguenti immediatamente non appena compaiono i primi segni di herpes (sono prescritti "Zovirax", "Tsiklovir");
  • eliminare secchezza e desquamazione con l'aiuto di "Bepanten" (crema o unguento);
  • Per neutralizzare rossore, prurito e gonfiore della pelle, lubrificare le aree problematiche con Sikaderm (ogni giorno al mattino), Keladerm (due o tre volte al giorno) con prodotti contenenti estratto di aloe vera.

Affinché l'effetto della procedura fosse positivo, e il problema a cui il paziente si è rivolto è stato risolto con successo, solo uno specialista esperto e altamente qualificato dovrebbe sbucciare. Questo non esclude il rischio di sviluppare completamente complicazioni, ma aiuterà a minimizzare la probabilità che si verifichino.

L'acne può comparire dopo il peeling?

Articolo precedente: Brufolo brufolo

Una delle procedure cosmetiche più comuni ora è peeling. È fatto nei saloni di bellezza e in modo indipendente.

Si ritiene che questa procedura purifica la pelle ed elimina molti problemi.

Ma alcune donne si trovano ad affrontare il fenomeno dell'acne dopo la desquamazione. Questi possono essere piccoli ascessi o gravi bolle sottocutanee.

  • Tutte le informazioni sul sito sono solo a scopo informativo e NON SONO A manuale per l'azione!
  • Solo il MEDICO può fornirti la DIAGNOSI ESATTA!
  • Ti invitiamo a non fare auto-guarigione, ma a registrarti con uno specialista!
  • Salute a te e alla tua famiglia!

Per evitare il loro aspetto, è necessario sapere come eseguire correttamente la procedura e come prendersi cura della pelle dopo di essa.

Cos'è?

Peeling è una procedura cosmetica, che è la rimozione dello strato superiore dell'epidermide.

Di conseguenza, le cellule della pelle si rinnovano. I pori vengono puliti da sporco, grasso in eccesso e squame cornea. Ogni cellula vive circa 4 settimane, poi muore.

Per aggiornare correttamente la pelle, queste particelle morte dovrebbero essere rimosse regolarmente.

Lo scopo di questa procedura è accelerare il processo di rigenerazione dello strato superiore dell'epidermide.

C'è una profonda pulizia della pelle, che svolge le seguenti attività:

  • miglioramento delle ghiandole sebacee dovuto al loro rilascio da particelle morte;
  • rimuovere macchie di età e migliorare il colore della pelle;
  • normalizzazione dell'equilibrio acido-base e distruzione di batteri patogeni;
  • la scomparsa di cicatrici e cicatrici, l'allineamento dello strato superiore della pelle;
  • levigatura di piccole rughe.

testimonianza

Per molti problemi con la pelle del viso le estetiste consigliano di fare un peeling.

A seconda dell'età, vengono prescritti diversi tipi di procedure.

Foto: i giovani mostrano un peeling superficiale

  • Ad esempio, i giovani sotto i 23-26 anni sono mostrati solo peeling superficiali. E poi, solo per sbarazzarsi dell'acne e delle loro tracce. Dai 25 ai 35 anni, l'esfoliazione superficiale è prescritta per migliorare il tono della pelle ed eliminare le piccole imperfezioni. Per la pelle più matura, questo tipo di procedura è solo una preparazione per una pulizia più profonda.
  • I cosmetici raccomandano di eseguire la mediana e il peeling profondo solo sulla pelle matura, le persone sotto i 30 spesso non ne hanno bisogno. Questa pulizia viene eseguita per rimuovere le macchie di pigmento, i segni dell'acne, per uniformare il tono della pelle e levigare le rughe sottili. Tale pulizia profonda aiuta a rallentare il processo di invecchiamento e ringiovanire il viso.

Foto: per rimuovere il postacne, avrai bisogno di una buccia media o profonda

specie

Più spesso, ci sono tre tipi di peeling: superficiale, medio e profondo.

Inoltre, queste procedure differiscono a seconda di ciò che viene utilizzato per la pulizia.

I più popolari sono questi tipi di esfoliazione:

Foto: peeling retinoico

  • acidi della frutta;
  • glicolico - rinnovamento della pelle con acido glicolico;
  • Jessner è efficace per il trattamento dell'acne;
  • peeling giallo con acido retinoico;
  • TCA: rinnovamento della pelle con acido tricloroacetico;
  • fenolico - procedura molto aggressiva.

Foto: uso di acido glicolico

Come prepararsi

Per prevenire l'acne e altre spiacevoli conseguenze della procedura, è importante sapere come comportarsi correttamente di fronte ad essa.

  • Prima di tutto, è necessario affrontare seriamente la scelta di un cosmetologo. Per eseguire il peeling medio e profondo, è necessario contattare solo uno specialista qualificato. Egli consiglierà quale tipo di pulizia è meglio scegliere, fornirà raccomandazioni sulla cura della pelle prima della procedura.
  • Si consiglia di fare una maschera nutriente, pulire il viso con l'aiuto di cosmetici speciali.
  • Se un paziente ha spesso eruzioni erpetiche sul viso, è necessario bere un ciclo di "Aciclovir" prima della procedura.

Possibile reazione cutanea

Nonostante il fatto che il peeling sia diventato di recente piuttosto popolare, c'è anche un atteggiamento negativo nei suoi confronti.

Molte donne credono che questa procedura sia aggressiva e porti a danni alla pelle.

Infatti, la rimozione dello strato superiore della pelle può causare desquamazione, arrossamento e persino gonfiore del viso.

Ma queste complicazioni scompaiono in pochi giorni.

Foto: reazione cutanea dopo peeling chimico

peeling

Questa è una conseguenza naturale della procedura.

Dopo tutto, la parola "peeling" è tradotta dall'inglese come "peeling". Implica la rimozione delle cellule morte, sbucciandole.

Pertanto, la formazione di squame e pelle secca dopo peeling - questo è normale. Di solito tutto ciò avviene entro una settimana.

Non è necessario in questo momento per cercare di sbarazzarsi della desquamazione con l'aiuto di cosmetici. È possibile usare solo quello che il cosmetologo raccomanderà.

rossore

Il rossore della pelle è anche la sua naturale risposta alla pulizia.

Soprattutto spesso questa conseguenza si verifica dopo l'esposizione chimica o laser.

L'intensità del rosso e quanto dura sul viso dipende dalle caratteristiche della pelle e dalla cura corretta dopo la procedura.

Foto: arrossamento della pelle dovuto all'esposizione a sostanze chimiche

gonfiore

Dopo il peeling mediano, l'edema è del tutto possibile.

Questo è particolarmente evidente in quei luoghi in cui la pelle è sottile: sul collo e intorno agli occhi. Nella maggior parte dei casi, il gonfiore scompare dopo un paio di giorni.

È possibile accelerare questo processo con l'aiuto di strumenti speciali che il cosmetologo raccomanderà.

Cosa cercare

In alcuni casi, oltre al solito rossore e desquamazione della pelle, compaiono altri effetti collaterali.

  • Vale la pena visitare un medico se dopo una sessione di esfoliazione per più di una settimana, eruzioni cutanee, zone infiammate rosse, pustole mantengono il viso.
  • A causa di una procedura eseguita in modo errato o se le raccomandazioni del medico non vengono seguite, potrebbero esserci altre conseguenze: pigmentazione, cicatrici e acne.

Aumento della pigmentazione

Molto spesso l'aspetto delle macchie di pigmento si verifica dopo il peeling laser e TCA.

  • Ciò è dovuto all'aumentata produzione di melanina da parte delle cellule a causa del processo infiammatorio.
  • La pigmentazione può anche essere esacerbata dall'esposizione alla luce solare.

Pertanto, si raccomanda di fare peeling in autunno.

Foto: l'auto-rimozione delle croste porterà alla formazione di cicatrici.

La presenza di croste e cicatrici

Dopo una profonda pulizia chimica, si forma una crosta sulla pelle, sotto la quale avviene il processo di rinnovamento cellulare.

Se, contrariamente alle raccomandazioni dell'estetista, per provare a rimuoverlo, cicatrici e brutte cicatrici possono rimanere.

eruzioni cutanee

Abbastanza frequente dopo la procedura di pulizia sono varie eruzioni cutanee: herpes o acne.

  • Questo accade se l'effetto è stato scelto in modo errato o se la procedura non è stata preparata. Molto spesso, le eruzioni cutanee compaiono dopo la pulizia meccanica.
  • Nei giovani, succede che piccoli brufoli sono usciti dopo il peeling medio. Questo perché una tale procedura non è raccomandata fino all'età di 26 anni.

Video: "Peeling per l'acne I-II degree"

Cause di acne dopo peeling

La maggior parte delle donne ricorre alla pulizia della pelle per sbarazzarsi di cicatrici, acne e altri problemi.

Ma spesso accade che l'acne sia comparsa solo dopo aver sbucciato la pelle.

Non tutti sanno che i motivi principali di ciò sono la procedura errata e la mancata osservanza delle raccomandazioni dell'estetista.

Prima di eseguire una pulizia profonda, è necessario capire perché l'acne appare dopo la desquamazione:

  • se usato per detergenti che causano una reazione allergica in un paziente;
  • a causa della visita al bagno o alla piscina dopo la procedura;
  • quando si usano detersivi aggressivi per la biancheria da letto;
  • a causa del fallimento delle raccomandazioni del cosmetologo per la cura della pelle;
  • a causa di una reazione allergica ai componenti peeling;
  • se l'eruzione era associata a disturbi ormonali nel corpo, malattie infettive o croniche.

Perché un brufolo sul viso sotto la pelle? Scoprilo qui.

Cosa fare

Molte donne, avendo notato eruzioni cutanee sul viso dopo la procedura di peeling, cercano di affrontarle usando i rimedi casalinghi.

Ma in questo modo puoi solo aggravare la situazione.

La domanda "cosa fare se l'acne è apparsa" dovrebbe essere indirizzata non agli amici, ma allo specialista che ha eseguito la procedura.

Darà consigli sulla corretta cura della pelle per la prevenzione delle eruzioni cutanee e la loro rimozione.

  • Il trattamento dell'acne viene solitamente effettuato con prodotti contenenti zinco.
  • Un cosmetologo può anche raccomandare l'assunzione di multivitaminici o integratori alimentari con questo minerale.
  • Agenti anti-infiammatori e antibatterici sono spesso prescritti.

Come trattare un'eruzione causata da una reazione allergica ai componenti peeling?

Ciò richiede di prendere antistaminici ed eliminare l'influenza dell'allergene.

Di solito uno specialista competente controlla la reazione della pelle alle sostanze sbucciate e non le userà se qualcosa non va.

Cura della pelle

Secchezza e grave disidratazione della pelle sono una normale reazione alla pulizia profonda.

Ma puoi ridurre la manifestazione degli effetti collaterali del peeling.

Per questo è necessaria la giusta cura della pelle.

Foto: dopo la procedura si consiglia di utilizzare mezzi speciali prescritti da un cosmetologo.

Dopo la procedura, i cosmetologi consigliano di utilizzare gel e schiume morbide contenenti antiossidanti e componenti anti-infiammatori. Devono essere assorbiti rapidamente e idratare la pelle.

Soprattutto sul serio è necessario prendersi cura della pelle dopo un profondo peeling chimico: fenolico, retinoico, con acido tricloroacetico.

  • Componenti aggressivi causano ustioni della pelle, quindi è necessario utilizzare antidolorifici e farmaci anti-infiammatori.
  • Entro 2-3 giorni dopo la procedura, non è nemmeno possibile lavare il viso con acqua naturale.

Lo stesso dovrebbe comportarsi dopo aver sbucciato Jessner.

3-5 giorni dopo la procedura, è possibile iniziare a utilizzare una crema speciale.

È buono se contiene ceramidi, burro di karité o olio di semi d'uva, Omega 6 e anche fosfolipidi.

Prevenzione delle complicanze

Per prevenire il verificarsi di effetti collaterali indesiderati, come l'acne, è necessario seguire alcune regole.

Di solito, un cosmetologo dopo la procedura avverte il paziente sulla possibilità di desquamazione o comparsa di eruzioni cutanee.

Foto: dopo la procedura, è necessario attenersi alle raccomandazioni dell'estetista.

Deve dirvi come comportarsi al fine di garantire che la pelle del viso sia in grado di recuperare senza conseguenze.

Esistono diverse regole di comportamento dopo il peeling:

  • non usare cosmetici decorativi;
  • non toccare il viso con le mani;
  • non usare scrub e maschere fatte da sé;
  • non prendere il sole e non cercare di stare al sole;
  • rifiutare di visitare la piscina, e in particolare il bagno;
  • proteggere la pelle dalla luce solare con filtri UV per 2-3 mesi;
  • Per prevenire l'acne, è necessario utilizzare speciali sebrostatici o cosmetici con effetto anti-infiammatorio.

Ricette per la conduzione a casa

Ci sono peeling meno aggressivi che possono essere fatti indipendentemente.

Queste miscele vengono applicate sulla pelle con movimenti massaggianti e lasciate per 5-10 minuti.

Foto: peeling artigianale con fiocchi d'avena

Quali ricette posso usare?

  • Mescolare il succo di cetriolo con un cucchiaio di farina d'avena e un cucchiaino di sale fino.
  • Aggiungi un po 'di soda al tuo normale gel detergente. Questa composizione non dovrebbe essere tenuta sul viso per più di 3 minuti.
  • Mescolare un cucchiaino di polvere d'uovo, la stessa panna acida e un tuorlo.

Domande e risposte

Spesso le donne chiedono ai cosmetologi: "L'acne può comparire dopo il peeling?"

Se la procedura è eseguita da un esperto, ti dirà come comportarsi in modo che ciò non avvenga.

L'acne può comparire dopo ogni tipo di peeling, anche dopo che la mandorla e il latte sono considerati sicuri.

È possibile spingere

Gli esperti non lo consigliano.

Foto: i medici sconsigliano di spremere l'acne a causa del possibile rischio di complicanze.

In effetti, nel processo di estrusione è facile portare l'infezione.

  • Sulla pelle giovane, dopo questo possono rimanere delle cicatrici, che saranno quindi difficili da eliminare.
  • Inoltre, tale acne è spesso sottocutanea e il pus quando premuto può entrare nel flusso sanguigno, causando l'infezione.

Ci sono dei tipi sicuri

Il modo più delicato di purificazione è il peeling con acido lattico.

Le complicazioni raramente compaiono dopo di esso, ma l'acne può anche essere rilasciata a causa di una reazione allergica della pelle.

Quali mezzi possono essere applicati dalle eruzioni cutanee

Per rendere l'acne più veloce, puoi usare unguenti e lozioni speciali.

Molto spesso, i cosmetologi raccomandano questi strumenti:

  • Il pantenolo è efficace come crema cicatrizzante e antinfiammatoria;
  • pulisci il viso con la lozione clindamicina;
  • puoi usare la soluzione "Chlorophyllipta";
  • guarisce bene la crema "Bepanten";
  • puoi lavare con una soluzione di "Bioderma sebium".

Recensioni

Le opinioni su questa procedura sono molto diverse.

L'erba celandine acne? Scoprilo qui.

Come distinguere l'ebollizione dall'acne? Continua a leggere.

Il peeling è una procedura seria.

Al fine di prevenire spiacevoli conseguenze sotto forma di acne o infiammazione, è necessario eseguirlo solo da un cosmetologo qualificato e seguire accuratamente tutte le sue raccomandazioni.

Acne dopo peeling: perché apparire e cosa fare?

L'acne dopo la desquamazione della pelle è un fenomeno frequente e molto inaspettato, perché la visita delle donne dall'estetista è dovuta al desiderio di purificare la pelle da acne, comedoni e altre cose. Quando non si ha abbastanza forza per nascondere le imperfezioni della pelle sotto uno strato di fondazione, è necessario visitare uno specialista pronto a risolvere il problema. Con l'aiuto di un hardware o di un effetto meccanico sulla pelle, vengono rimosse le imperfezioni della pelle, ma a volte si verifica un effetto direttamente proporzionale, che solo i potenti farmaci possono eliminare.

Perché la pelle reagisce così e qual è la norma?

Il compito principale del peeling è sbarazzarsi dell'acne. Le donne vanno su questa procedura dal desiderio di dimenticare queste terribili infiammazioni per lungo tempo. Le aree trattate con sostanze chimiche tendono a riprendersi. Negli strati inferiori della pelle si formano collagene ed elastina naturali, la circolazione sanguigna è migliorata e la pelle assorbe meglio tutte le vitamine e i nutrienti. Le cellule cornee esfoliano e la pelle si trasforma, diventando morbida e tenera. La giovinezza della pelle è dovuta all'effetto miracoloso del peeling: le rughe sono levigate, il tono della pelle è livellato, le macchie di pigmento scompaiono.

Qualsiasi desquamazione è uno stress per la pelle e non è completamente chiaro come reagirà per la prima volta a tale intervento esterno. Ma non suonare l'allarme, se dopo la procedura è stato trovato:

  1. Peeling. Questo è un processo completamente naturale, che è la norma. Gli strati morti dell'epidermide scompaiono e, se ciò non accade, la procedura è stata eseguita o selezionata in modo errato. Per durata, il peeling può durare da diversi giorni a una settimana - tutto dipende da quanto profondamente i componenti penetrano nella pelle. La cosa principale qui è la pazienza. Non cercare di accelerare il processo te stesso con un pennello o una macchia. Questo interromperà il processo. Altrimenti, puoi danneggiare il tuo aspetto.
  2. Arrossamento della pelle Se, dopo aver sbucciato con l'acido, trovi una faccia rossa: è una bruciatura. Le ustioni chimiche sono di diversi gradi. Grado 1: leggero arrossamento, che indica una procedura corretta. Grado 2: grave rossore significa che la procedura viene eseguita in modo errato e non professionale. Di solito il rossore passa entro 5-6 giorni.
  3. Edema degli occhi e del collo. Nonostante il nome sgradevole, non aver paura di queste manifestazioni. I farmaci antipiretici rimuovono i sintomi spiacevoli e scompariranno in 2-3 giorni.

Effetti negativi

Ma non dimenticare gli effetti negativi del peeling. Questi includono:

  1. Macchie di pigmentazione Se ignori il consiglio di uno specialista e esponi il tuo viso ai raggi ultravioletti, puoi ottenere enormi macchie marroni su tutto il viso. Inoltre, non è consigliabile eseguire il peeling con acido in estate o in primavera inoltrata.
  2. Cicatrici. Questo problema appare solo dopo aver interferito con il naturale processo di guarigione della pelle. Non tentare di rimuovere le croste che si formano nei punti di desquamazione. È meglio sopportare qualche giorno che camminare per tutta la vita con le terribili conseguenze della curiosità.
  3. Allergy. Manifestato sotto forma di orticaria, che appare subito dopo essersi sbucciato e si diffonde molto rapidamente. Le grandi bolle portano severo disagio e prurito. Unguento con effetto antistaminico aiuterà ad affrontare i sintomi e alleviare la condizione.
  4. Acne. Possono verificarsi ovunque e talvolta completamente incomprensibili come appaiono sulla pelle sana. Di norma, questa è una violazione delle cure post-procedura, il peeling cutaneo non è adatto, così come altre infezioni della pelle.

E, anche papillomi ed eruzioni erpetiche.

Perché l'acne compare dopo il peeling?

Le principali cause di acne dopo la procedura:

  1. Incoerenza dell'età dell'operazione. Spesso, il gentil sesso sceglie una procedura per la pelle più matura. In nessun caso questo può essere fatto, poiché la pelle tenera viene ferita da un peeling profondo o medio e appaiono delle ustioni. All'età di 20-25 anni si consiglia di effettuare peeling leggeri o pulizie ad ultrasuoni.
  2. Preparazione impropria della pelle per la procedura. Ogni tipo di pelle ha i suoi metodi di preparazione. Coloro che hanno problemi persistenti con la pelle grassa devono eseguire una pulizia ad ultrasuoni 4 giorni prima della procedura principale.
  3. Inosservanza delle regole sulla cura della pelle dopo il peeling. Se non si seguono tutte le misure preventive prescritte, toccando il viso con le mani sporche, pettinando la pelle, si può facilmente infettare l'infezione.

Esiste un ottimo test per la reazione allergica della pelle all'azione di vari componenti chimici. Renderlo un must. Per fare questo, il medico mette una piccola quantità di fondi sul ginocchio o sul gomito. Dopo 15 minuti sarà possibile capire se la procedura ti si addice o meno. Se non si riscontrano irritazioni o fastidi, la procedura è adatta a te.

  1. Improprio produzione ormonale e disordini metabolici.
  2. La presenza della zecca facciale Dermodex nel corpo, quindi, prima che le procedure di pulizia della pelle, il medico deve fare riferimento al cliente per i test per impedire che la zecca venga trovata.
  3. Disturbo delle ghiandole sebacee. Il fatto è che l'acido contenuto nel peeling può provocare una secrezione lipidica attiva e possono verificarsi una o più ulcere.

Altre cause di acne includono:

  1. Sport durante il periodo di recupero. L'esercizio provoca sudorazione.
  2. Escursione nei bagni e nelle saune.

Cosa si può fare?

Quindi cosa fare se dopo la procedura di pulizia del viso sono comparse conseguenze così spiacevoli? Per prima cosa, subito dopo la scoperta dei primi problemi, devi andare dal medico. Non c'è bisogno di aspettare che il problema si risolva da solo. Questa aspettativa può solo esacerbare il problema. Valutando la condizione della pelle e il numero di eruzioni cutanee, lo specialista può prescrivere un trattamento per dare una serie di raccomandazioni:

  • Non provare a spremere l'acne.
  • Trattare la pelle Miramistin.
  • Prendere farmaci anti-infiammatori.
  • Usa crema e MAZ contenenti metronidazolo.
  • Utilizzare prodotti per la cura della pelle con zinco.
  • Quando viene trovato un acaro della pelle, effettuare un ciclo di trattamento con antibiotici.

Il ciclo di trattamento è selezionato individualmente per ciascun tipo di pelle e, in genere, è possibile eliminare l'acne entro tre settimane.

Le conseguenze spiacevoli dopo l'esfoliazione possono superare una persona anche con pelle completamente sana. Questo può essere innescato da una procedura di peeling dell'età inadeguatamente selezionata o inappropriata, da malattie nascoste della pelle e dall'atteggiamento negligente del paziente nei confronti della cura della pelle del viso durante il periodo di riabilitazione. Per capire le varie cause dell'acne aiuterà uno specialista altamente qualificato. Pertanto, è molto importante scegliere solo un medico professionista e non risparmiare sulla salute.

ASH DOPO PEELING: chi è la colpa e cosa fare?

Se l'acne è comparsa dopo il peeling, provoca disagio, perché il significato delle procedure di bellezza è nell'effetto opposto. Ma dal momento che ciò è accaduto, è necessario capire dove si è insinuato l'errore: nella procedura stessa, nella preparazione per esso o nella fase di cura finale.

Un rash dopo l'esfoliazione provoca irritazione e il desiderio di liberarsene in qualsiasi modo. Tuttavia, sotto l'acne in senso lato si riferisce a una varietà di opzioni per l'eruzione: compresi quelli, sbarazzarsi di tali procedure cosmetologiche è difficile.

Da un punto di vista medico, tali difetti sono punti neri e brufoli. Si formano a causa del blocco dei dotti delle ghiandole sebacee e delle bocche dei follicoli piliferi. Quando l'infiammazione di questi elementi può verificarsi noduli sottocutanei e pustole.

Esternamente, l'acne è molto simile a vari tipi di eruzioni cutanee, in particolare allergiche. L'eruzione cutanea può anche verificarsi a causa di malattie infettive e fungine.

L'esfoliazione degli strati superiori dell'epidermide e il lancio del processo di aggiornamento aiutano a far fronte ai difetti. Tuttavia, l'esfoliazione è inutile se il problema risiede in allergie, insufficienza ormonale o gravi malattie dermatologiche.

CAUSE DEI RISCHI

Il motivo per cui l'acne appare dopo il peeling è difficile da stabilire da solo. Ecco perché è meglio contattare uno specialista - estetista o dermatologo, che capirà la situazione.

Ci sono quattro fonti principali del problema.

allergia

Per prima cosa è necessario eliminare la presenza di allergie al farmaco. In caso contrario, è probabile che il periodo di recupero diventi notevolmente più complicato. Oltre all'acne rossa, possono verificarsi gravi gonfiori dopo peeling, eventualmente febbre, debolezza generale e altri sintomi simili.

La composizione del farmaco deve essere specificata in anticipo. Nel caso del minimo dubbio, vale la pena pre-applicare la sostanza su una piccola area di pelle: ad esempio, su una curva del gomito. La pulizia del viso dovrà essere posticipata più tardi, ma è garantito che funzioni in modo sicuro.

Le allergie possono anche essere causate da prodotti di cura scarsamente selezionati che vengono utilizzati dopo il peeling, oltre a preparativi per preparare l'esfoliazione. Inoltre, un'eruzione allergica è associata alla presenza di polvere nella stanza, peli di animali, polline delle piante e cibo.

Non è possibile escludere l'aspetto dell'eruzione dovuta al contatto con gli allergeni, la loro presenza nell'aria. Pertanto, dopo la pulizia, vale la pena esplorare la composizione di biancheria da letto, asciugamani e altri oggetti a contatto con il viso.

Eppure, è considerato il tipo più comune di allergie: il cibo. È giustificato rivedere il regime alimentare: in particolare, escludere i prodotti con conservanti e coloranti, agrumi e dolci.

Gli allergeni più comuni nel cibo

  • ravanello
  • caviale
  • arance
  • maionese
  • ananas
  • I dadi
  • miele
  • cioccolato
  • torte
  • alcool

È necessario dare la preferenza a carne bollita, porridge, latticini, biscotti di noci sostituiti con cracker e cracker secchi.

Scopri le cause di irritazione della pelle con un allergologo utilizzando un esame del sangue.

Cura impropria

In realtà, la faccia dopo il peeling chimico è una grande "ferita" aperta alle infezioni. In questa fase si verifica una rigenerazione accelerata delle cellule epidermiche ed è estremamente importante non danneggiare il corpo.

Durante la fase di recupero dopo il peeling chimico, è severamente vietato strappare le croste che si formano, toccare il viso con le mani (soprattutto nei luoghi pubblici) e staccare con lo scrub.

È necessario seguire tutte le regole di cura dopo la pulizia, altrimenti l'effetto sarà il contrario: i batteri possono entrare nelle cellule e causare l'acne.

Inoltre, è necessario abbandonare le classi, provocando sudorazione.

È necessario posticipare la sezione sportiva o visitare la sauna per almeno 2 settimane.

Dovrai pulire regolarmente il viso con mezzi ipoallergenici, compresi i disinfettanti, e rimuovere accuratamente i resti di cosmetici e creme.

Procedura di selezione non valida

Nei saloni, di norma, vengono eseguiti tipi di esfoliazione superficiale e mediana che interessano diversi strati dell'epidermide. Aiutano a sbarazzarsi di vari problemi estetici.

Il compito del cosmetologo è valutare correttamente la situazione e selezionare la procedura più efficace.

È sempre meglio consultare uno specialista prima di scegliere una particolare pulizia. Se l'obiettivo è quello di combattere l'acne, è necessario capire esattamente quale strato di copertura per dirigere l'impatto al fine di sbarazzarsi dell'eruzione cutanea.

Se, dopo il peeling, si è formata una grossa acne interna, la pulizia superficiale sarà impotente: aggiornerà solo gli strati superiori dell'epidermide e l'acne rimarrà sul posto.

Interruzioni ormonali e infezioni

La pulizia sarà inutile nel caso in cui la causa dell'eruzione risieda nei disturbi ormonali.

L'opzione migliore è passare un esame del sangue ormonale e consultare un endocrinologo prima dell'esfoliazione.

A volte è possibile sbarazzarsi di eruzioni cutanee con l'aiuto di preparazioni ormonali.

Esiste la possibilità che l'acne (acne) sia comparsa a causa di malattie infettive, aggravata dopo il peeling chimico. Pertanto, prima che la procedura passi l'analisi per lo stafilococco e il demodex.

Nel caso di un risultato positivo, si dovrà posticipare la pulizia e seguire un ciclo di terapia farmacologica.

COSA FARE

Quando l'eruzione cutanea dopo la desquamazione, dovresti segnalarli all'estetista. Lo specialista valuterà se la procedura è stata eseguita correttamente e se ci sono errori nella cura, così come eliminare i cosmetici difettosi e selezionare quelli ipoallergenici.

In generale, le raccomandazioni sono le seguenti:

  1. L'acne non può spremere. Anche senza fattori di stress aggiuntivi, la spremitura dell'infiammazione a casa è piena di infezioni. Lei, a sua volta, porta alla comparsa di grandi ulcere. In linea di principio, solo le estetiste dovrebbero spremere l'acne durante la pulizia: con gli antisettici e gli strumenti di disinfezione.
  2. È necessario applicare disinfettanti e farmaci anti-infiammatori per l'acne. Il viso deve essere pulito regolarmente con Miramistin o altri farmaci simili che il medico deve prescrivere. I cosmetici a base di zinco, nonché quelli contenenti metronidazolo, sono raccomandati per alleviare l'infiammazione. Se l'eruzione cutanea dopo il peeling è comparsa a causa di allergie, è necessario assumere antistaminici.
  3. La stretta osservanza delle regole di cura aiuta anche nella lotta efficace contro gli ingorghi stradali. Vale la pena ricordare tutte le raccomandazioni per la cura dopo il peeling: abbandonare il trucco, salvare le ghiandole sebacee dal lavoro attivo e dalla sudorazione eccessiva, e quindi il problema scomparirà in un massimo di 2-3 settimane. Non c'è nulla di vergognoso nella pulizia regolare - anche se devi lavarti la faccia in ufficio al culmine della giornata lavorativa, dovresti eseguire le procedure.

DOMANDE FREQUENTI

Come evitare l'eruzione cutanea?

Per evitare una reazione allergica, è necessario chiarire esattamente quali farmaci utilizza l'estetista per la preparazione pre-peeling. Ogni specialista è diverso. L'intolleranza individuale del farmaco stesso è esclusa studiando la composizione del farmaco.

  • L'acne dopo il peeling di Jessner può verificarsi a causa di allergie agli acidi lattico e salicilico, nonché al resorcinolo;
  • L'eruzione da esfoliazione post-retinica (gialla) si verifica quando si è allergici agli acidi retinoici e ausiliari (di solito si usano acido ascorbico e fitico);
  • I brufoli dopo il peeling possono essere formati a causa della demodicosi (zecca sottocutanea): anche il metranidazolo viene trattato.

Questi reagenti, di regola, non sono allergeni alimentari. Ad esempio, un'allergia all'acido ascorbico si manifesta solo con l'uso di medicinali appropriati, in cui è inclusa (e non del tutto da mangiare agrumi, ricchi di vitamina C). Questo è il motivo per cui per l'identificazione degli allergeni sarà necessario un adeguato esame del sangue.

Autore di testi: Olga Lapina

E cosa ne pensi, perché dopo il peeling si trovano spesso di fronte al problema dell'infiammazione?

Complicazione o norma: perché l'acne è comparsa dopo il peeling?

L'acne è comparsa dopo il peeling: un effetto collaterale dell'esfoliazione per molte persone risulta non solo indesiderabile, ma paradossale. Dopo tutto, le donne nell'ufficio di un'estetista portano il desiderio di liberarsi delle manifestazioni di acne, acne o comedoni spiacevoli. La carta per mascherare tali imperfezioni della pelle con cosmetici, si riferiscono alla forza di esfoliazione chimica o hardware, in grado di eliminare tutti i piccoli difetti estetici. Ma a volte l'effetto è il contrario - un numero ancora maggiore di pustole purulente, che può essere eliminato solo con antibiotici locali. Capiremo cosa fare se il problema si manifesta.

Peeling e acne: stiamo curando o mutilando?

La maggior parte dei tipi di bucce sono progettati per eliminare i difetti della pelle come l'acne. Le donne decidono per l'esfoliazione chimica o hardware nella speranza di almeno un anno di dimenticare le infiammazioni sgradevoli che spesso devono essere nascoste sotto polvere o fondamenta. I buoni risultati estetici delle sessioni di peeling sono spiegati dal meccanismo di pulizia della pelle professionale.

La base delle procedure acide e fisiche è la distruzione dello strato epidermico cornificato e la stimolazione artificiale del suo profondo rinnovamento. I composti chimici bruciati o la pelle danneggiata con piccoli abrasivi tendono alla rapida rigenerazione. Negli strati interni del derma inizia la doppia produzione delle fibre naturali di collagene ed elastina, aumenta la circolazione sanguigna, la pelle assorbe liberamente i nutrienti e l'ossigeno. I cambiamenti interni portano al fatto che le cellule morte dell'epidermide esfoliano, sostituite da una pelle sana e liscia. Il ringiovanimento provocato dal peeling dalle precedenti imperfezioni dell'esterno non lascia traccia: rughe e tuberosità scompaiono dal viso, il tono diventa uniforme, la pigmentazione diventa impercettibile o scompare del tutto.

I peeling superficiali e mediani aiutano a sbarazzarsi dell'acne, perché i loro componenti attivi normalizzano il funzionamento delle ghiandole sebacee, aprono i pori ostruiti, riducono la secrezione delle secrezioni cutanee e bloccano lo sviluppo della microflora patogena. L'esfoliazione, correttamente selezionata in base all'età e al tipo di pelle, aiuta una donna a liberarsi definitivamente del complesso "adolescente".

Qualsiasi peeling, soprattutto se eseguito per la prima volta, è stressante per la pelle. La reazione della pelle all'irritazione esterna con prodotti chimici o scrub è prevedibile e tipica, a volte inaspettata e terrificante.

Non preoccuparti e affrettati per un aiuto medico, se dopo il peeling è comparso:

  • peeling. La separazione dell'epidermide cornificata è la prima a ciò che porta al peeling. L'assenza di tale risultato indica che la procedura è stata eseguita o rilevata in modo errato. Pertanto, la desquamazione della pelle dopo la desquamazione è l'effetto di esfoliazione principale e previsto. Quanto dura il cambio della pelle dipende dalla profondità di penetrazione degli ingredienti attivi e dalle caratteristiche della pelle. Peeling entro una settimana è considerato normale. La cosa principale è non interferire nel processo e non provare a velocizzarlo con lo scrub. Solo la pazienza può far fronte alle bilance a secco senza danneggiare l'aspetto. La pelle meno si staccerà dopo l'applicazione di prodotti per la cura speciale;
  • arrossamento. L'aspetto delle aree rosse sul viso, specialmente dopo il peeling con acido, non è altro che una bruciatura chimica. Debole rossore (I grado di ustione) significa che la procedura ha avuto successo, arrossamento intenso, accompagnato da edema (II grado di ustione) è un segno di sovraesposizione della composizione peeling, troppo aggressivo o errato scelto agente chimico. Il rossore può persistere fino a 5 giorni, poi la pelle inizierà a sbiadire;
  • gonfiore agli occhi e al collo. Molto spesso, il gonfiore può comparire dopo un peeling medio su una pelle sensibile. Ma i proprietari di pelle grassa o mista non sono assicurati da una tale reazione della pelle. Non dovresti aver paura dell'edema, di solito cade da solo entro 2 giorni. Gli antistaminici aiuteranno anche a correggere la situazione.

Gli effetti collaterali del peeling includono reazioni cutanee alla pulizia, come ad esempio:

  • pigmentazione estesa. La ragione per la diffusione di macchie di pigmento marrone sulla pelle giovane può essere solo l'esposizione alle radiazioni ultraviolette. Durante il periodo di recupero della pelle dopo un peeling medio o profondo, sono protetti dalla luce solare diretta con creme speciali. Questa è una regola pericolosa da rompere. È anche pericoloso eseguire peeling acide gravi in ​​tarda primavera o estate;
  • cicatrici e cicatrici. La compattazione della pelle e l'aspetto delle cicatrici sono garantite, se interferisci con il corso naturale della sua guarigione. Non toccare le croste asciutte, non interrompere il distacco e questo problema passerà;
  • orticaria. Questa è una reazione allergica della pelle a una preparazione chimica a base di peeling o particelle di micron di abrasivi. L'eruzione di ortica può comparire immediatamente dopo la procedura e diffondersi immediatamente. Le ampie vescicole rosa pallido o rosso prude violentemente e causano molto disagio. I farmaci antistaminici e gli unguenti aiuteranno ad alleviare la condizione;
  • brufoli. L'acne dopo il peeling può apparire per vari motivi. Il più comune è una procedura scelta in modo errato e un atteggiamento negligente per la cura della pelle post-peeling. Inoltre, le infezioni cutanee latenti e la mancanza di preparazione per le sedute di esfoliazione possono essere le cause di pustole dolorose e profonde e infiammate.

Inoltre, le complicazioni dopo il peeling includono la comparsa di papillomi, herpes, esacerbazione di malattie dermatologiche. L'esfoliazione impropria o la violazione della rigenerazione della pelle possono anche causare piccoli brufoli o pustole.

Cause di acne e loro prevenzione

I motivi principali per cui l'acne può comparire dopo il peeling sono suddivisi in tre categorie: cosmetico, dermatologico e domestico. Con lamentele di eruzione infiammatoria sul viso per gli esperti principalmente appello alla superficie e metà esfoliazione. Pustole pustolosa può causare la pelle come con leggero peeling glicolico, nonché a causa di grave peeling retinoico. Quindi, scopri perché l'acne appare dopo il peeling.

Cause cosmetiche dell'acne:

  • esfoliazione inadatta. Il peeling non è per tutte le età. Ad esempio, la pelle giovane non consente il peeling del tipo medio o profondo. Fino a 25 anni, i cosmetologi consigliano di eliminare le carenze estetiche solo con l'aiuto di tecniche di superficie rare: peeling di frutta morbida o pulizia del viso ad ultrasuoni. Un'esfoliazione più seria in giovane età può provocare la comparsa di protuberanze infiammate sulla pelle. La pulizia radicale è consentita per eseguire non prima di 25-30 anni. E solo se ci sono davvero delle prove per lui;
  • preparazione improprio pre-peeling è un'altra ragione cosmetica per la comparsa di pustole purulente. Alla vigilia del peeling, molti esperti consigliano di preparare la pelle per la procedura. In che modo esattamente - dipende dal tipo di pelle e dalla causa delle loro imperfezioni. Ad esempio, i proprietari di pelle grassa o mista con pori ostruiti e ingrossati, comedoni o acne 3-4 giorni prima del peeling dovrebbero preferibilmente avere una sessione di pulizia manuale o ultrasonica. E per coloro che spesso soffrono di herpes, bevi il farmaco antivirale Acyclovir una settimana prima dell'esfoliazione;
  • violazione delle regole di cura post-peeling. Dopo il peeling, l'acne può strisciare fuori se una donna viola il protocollo delle procedure di trattamento. Ad esempio, nei primi giorni tocca il viso, soprattutto con le mani sporche, rompe le croste asciutte, cerca di mascherare il peeling con cosmetici decorativi, non pulisce la pelle dei resti di creme e maschere nutrienti;

Anche una reazione allergica a un peeling o all'abrasivo si trasforma in un'eruzione cutanea. L'esfoliazione chimica deve essere preceduta da un test allergologico per i componenti del prodotto. Per fare questo, uno specialista applica una goccia di trucco sulla pelle sottile della piega interna del gomito o sotto il ginocchio. Se entro 15 minuti non ci sono cambiamenti, la composizione del peeling ti si addice. Ricorda la tua estetista prima della procedura.

Cause dermatologiche dell'acne:

  • infezione della pelle con acaro facciale Demodex. Prima della procedura di esfoliazione, una donna può non essere a conoscenza della presenza nel corpo di questo parassita. Demodex si sviluppa nelle ghiandole sebacee e nei follicoli piliferi, provocando arrossamenti, infiammazioni e ulcere pruriginose. Un segno di spunta sottocutaneo può solo provocare il peggioramento dell'acne e della foruncolosi dopo la desquamazione: la faccia assume un aspetto terribile, i noduli infiammati non passano fino a 2-3 settimane. Gli estetisti devono obbligatoriamente prescrivere ai pazienti l'analisi di Demodex e Staphylococcus prima del decorso delle procedure di peeling. E nel caso di un risultato positivo - condurre una terapia farmacologica;
  • stress per le ghiandole sebacee. In risposta a uno stimolo acido, le ghiandole sebacee possono aumentare la secrezione. In questo caso, il giorno successivo alla desquamazione, può comparire un urto pustoloso sul viso;
  • disturbi ormonali associati a terapia ormonale, malattie croniche del sistema endocrino o assunzione di anticoncezionali.

Cause interne dell'acne:

  • visitare il bagno o la sauna durante la riabilitazione della pelle dopo l'esfoliazione;
  • sforzo fisico, provocando una maggiore sudorazione, nei primi 3-4 giorni dopo il peeling.

Sbarazzarsi dell'infiammazione giusto

Cosa fare se l'acne appare improvvisamente dopo il peeling? Non esitate a contattare il vostro medico per il vostro problema. Soprattutto se le pustole fanno male e non passano molto tempo. Il consiglio di un cosmetologo può essere diverso, a seconda delle condizioni della pelle, del numero e della profondità dell'eruzione, uno specialista può prescrivere quanto segue:

  • in nessun caso spremere ulcere;
  • disinfettare la pelle con "Miramistin" (pulire delicatamente con un batuffolo di cotone immerso in una soluzione);
  • trattare le infiammazioni con "Zenerit" o creme contenenti metronidazolo;
  • prendere antistaminici per sbarazzarsi di allergie;
  • subire darsonvalization della pelle del viso;
  • utilizzare prodotti a base di zinco;
  • In caso di infezione da zecche sottocutanee, alla terapia standard viene aggiunto il trattamento con antibiotici e agenti antiparassitari.

Il trattamento dei noduli infiammatori è selezionato individualmente. La terapia aiuterà a sbarazzarsi dell'acne post-peeling entro 2-3 settimane.

La comparsa di acne dopo l'esfoliazione può accadere a coloro che non hanno precedentemente sofferto di infiammazioni sul viso, e quelli che sono venuti all'estetista per liberarsi da un'eruzione purulenta. I fattori provocatori sono una preparazione inadeguata della pelle per desquamazione, inadatta all'esfoliazione dell'età o alla presenza di malattie dermatologiche nascoste. Per escludere queste cause di acne e proteggere una donna dalle complicazioni può solo un medico professionista. Pertanto, è importante scegliere uno specialista competente e attento.